Val Comelico - Storia

Il Comelico è la parte più settentrionale del Cadore, territorio storico italiano. Appartiene interamente alla regione montuosa delle Dolomiti, in particolare di quelle Orientali, comprese nell'ambito del Patrimonio dell'Umanità certificato dall'UNESCO. Confina con l'Austria (Tirolo e Carinzia), la Provincia Autonoma di Bolzano e la Regione Friuli Venezia Giulia.

Il toponimo, sono abbastanza in accordo i vari studiosi, sia dal punto di vista glottologico che da citazioni documentarie fin dal X secolo, può derivare da "Communegans", valle comunicante: un incrocio di strade che si perde nella polvere del tempo. Recenti scoperte archeologiche al Passo di Monte Croce Comelico potranno forse definire meglio questa antichità, affiancando e suffragando altre nuove scoperte archeologiche nei pressi dell'edificio della Pieve di Santo Stefano (esistente già nel 1208).

A caratterizzare ulteriormente il Comelico, oltre ad una parlata ascrivibile al ceppo linguistico ladino, è un'organizzazione sociale assai particolare delle varie comunità e villaggi che si appoggiano sulle falde solatie della vallata: le Regole o Comunioni Familiari dalle antiche origini probabilmente longobarde, che hanno motivato gli abitanti ad una vitalità faticosa e sofferta ma condotta orgogliosamente a mantenere un ambiente naturale integro affascinante.

(Tratto liberamente da "Viaggi d'autore", Cartolibreria Carducci, Santo Stefano di Cadore)

Albergo Centrale S.n.c. di Eredi Buzzo Piazzetta Gino & C.
Piazza Roma, 5 32045 Santo Stefano di Cadore (BL)
Tel. (+39) 043562246 Fax (+39) 0435420161 Cel. (+39) 3403790808 info@albergocentrale1900.it
Partita Iva 00684190259 Copyright © 2014 Albergo Ristorante Caffè Centrale